Blog

PROTEZIONE DEI MINORI? SÌ, MA TUTELANDO LA PRIVACY

Posted by Alessandro Alfei on  17 Settembre 2020
0
Category: News
La nuova edizione dell’antivirus Bitdefender introduce nuove funzionalità di parental control. Nel mirino il fenomeno del cyber-bullismo.Il concetto di sicurezza informatica si sta allargando progressivamente: dal semplice rilevamento (ed eliminazione) dei malware, si è progressivamente passati a strumenti di protezione che comprendono aspetti molto differenti della dimensione digitale della nostra vita.La conferma arriva da Bitdefender, che oggi ha lanciato sul mercato le nuove versioni dei suoi software di sicurezza per il 2020. Tra le novità, una
Da F-Secure un sito che permette di collegarsi rapidamente ai servizi di aziende e social network per verificare quali sono i nostri dati che conservano.Tutela della privacy, gestione responsabile dei dati, diritto all’oblio… teoricamente abbiamo in mano tutti gli strumenti per mantenere il controllo di ciò che condividiamo online e che viene registrato dai vari fornitori di servizio.Nella pratica, però, il numero di persone che utilizzano davvero tutti questi strumenti è piuttosto esiguo. Il motivo?
Cosa sono le fake news e come riconoscerle a colpo d’occhio. Presentiamo alcuni strumenti molto utili per smascherare i contenuti frutto dell’immaginazione dei loro autori e i soggetti che non possono essere considerati affidabili.Con il termine fake news si fa riferimento a quegli articoli che vengono redatti usando informazioni inventate, ingannevoli o distorte. Le notizie false sono pubblicate con un preciso obiettivo: quello di attrarre il lettore, spesso usando titoli sensazionalistici, e indurlo a cliccare sul link
Le persone rappresentano il maggior rischio per la compromissione di sistemi OT/ICS: l’elemento umano è quasi sempre al centro di incidenti e violazioni di cybersecurity.Nella nuova edizione del SANS 2019 State of OT/ICS Cybersecurity Survey, pubblicato a giugno 2019 e curato da Barbara Filkins, si possono trovare interessanti spunti sulla percezione del rischio OT/ ICS Cyber nelle aziende, su come vengono fissati i confini tra sistemi OT, IT e sistemi esterni, su come sono adottate le
Su computer con sistema operativo Windows è disponibile un’applicazione preimpostata, denominata BitLocker, che ci permette di crittografare il nostro hard disk.Su computer con sistema operativo Windows troviamo una funzione, installata di default, che ci consente di crittografare un intero disco rigido. In questo modo aumenteremo la sicurezza dei documenti e dei contenuti multimediali salvati sul nostro PC. Lo strumento si chiama BitLocker, ed ecco come attivarlo.Come detto BitLocker si trova di default su sistemi Windows, ma lo strumento non viene attivato

Comment
Name
Email